LED – Il progetto perfetto per un tripudio di luci.

Un’illuminazione che crea atmosfera è indispensabile per un ambiente accogliente. Ma prima di passare alla sua realizzazione, conviene che il padrone di casa elabori un progetto personalizzato assieme all’elettricista. Prima di tutto va chiarito se si tratta di un’illuminazione interna o esterna. Se il progetto riguarda il giardino, bisogna pensare a proteggerla dalle intemperie. Per un’illuminazione da interni, invece, bisogna rispondere innanzitutto alle seguenti domande: come va utilizzato lo spazio? Qual è il colore della luce più appropriato? Quanto resta accesa? Le sorgenti luminose saranno attivate manualmente o tramite la domotica?

Affinché la luce sia percepita in modo corretto, deve essere adatta allo scopo previsto. Lo specialista elettrico sa bene che un’intensa luce diretta in cucina è necessaria per maneggiare coltelli affilati, mentre in giardino basta una debole sorgente luminosa indiretta. L’elettricista mostra come si mettono gli accenti, dove ci vuole una luce «calda» e in quali punti è meglio metterne una «fredda».

L’alta stagione delle ghirlande luminose

Un buon progetto d’illuminazione tiene conto anche dell’efficienza energetica e della produzione di calore. Questi aspetti, infatti, sono tanto più importanti nel periodo dell’Avvento: si fa presto ad accumulare una ghirlanda luminosa sulla finestra, una luminaria decorativa a forma di renna e un cielo stellato elettrificato. Affinché la bolletta elettrica non turbi la serenità del clima natalizio, lo specialista consiglia di installare i diodi ad emissione luminosa, ovvero i LED. E per una ragione ben precisa: queste lampadine consumano fino al 90% di corrente in meno delle tradizionali lampade a incandescenza e hanno una durata di oltre 50'000 ore. Se l’apice della sorgente luminosa viene superato, la luminosità diminuisce lentamente anziché spegnersi di colpo. Per questi motivi, le lampadine LED sono imbattibili dal profilo dell’efficienza energetica. A ciò si aggiunge che la tecnologia LED converte in energia luminosa quasi tutta l’elettricità assorbita e perciò non irradia praticamente calore verso l’esterno. Il materiale perfetto, dunque, per far splendere la casa a festa.

Bella combinazione: LED e calda atmosfera

I pregiudizi secondo cui la luce LED sia fredda o fastidiosa sono infondati, perché oggi le lampadine LED sono disponibili anche in un bianco caloroso e accogliente. Esso corrisponde all’incirca al colore della luce di una tradizionale lampada a incandescenza e oscilla tra i 2700 e i 3000 gradi Kelvin. A titolo di paragone: il bianco freddo si aggira tra i 5500 e i 6000 gradi Kelvin ed è quindi simile alla luce diurna. Grazie alla sua competenza, l’installatore elettrico sceglie il colore di luce esatto e lo regola in base al luogo in cui viene usato.

Per la luce giusta basta una pressione

Per ottenere un comfort ancora maggiore, si consiglia di accoppiare l’illuminazione alla domotica. L’elettricista collega ad opera d’arte il progetto personalizzato al processo di automazione e spiega come i vari scenari luminosi predefiniti possono essere accesi o spenti con la semplice pressione di un dito. Le luci brillano premendo un pulsante e si risparmia anche energia. Ora il Natale può arrivare.

Chiudi l’articolo
05. dicembre 2016
Potrebbe interessarti anche questo articolo