Protezione sistematica contro i fulmini

Cosa c’è di più affascinante che osservare il bagliore dei lampi e ascoltare il rombo dei tuoni standosene comodamente in soggiorno? Purtroppo, però questo spettacolo della natura non è completamente privo di pericoli: secondo una statistica dell’Assicurazione immobiliare bernese (GVB), un danno da incendio su tre in un edificio è provocato da un fulmine. Per proteggere in maniera affidabile la vostra famiglia, l’edificio ed anche i dispositivi elettronici, è quindi estremamente importante disporre di un sistema di protezione che scarichi a terra i fulmini.

Ben assicurati, ben protetti

Circa il 90% delle case di proprietà della Svizzera non è protetto a sufficienza contro la folgore, poiché la legge non prescrive una protezione antifulmine per le abitazioni private. In molti cantoni, le assicurazioni immobiliari offrono un contributo alle spese per l’installazione volontaria di un dispositivo parafulmine, sotto forma di assunzione dei costi o riduzione dei premi.

Deviare i fulmini all’esterno…

Il primo passo per evitare i danni da fulmini è l’installazione di un cosiddetto Lightning Protection System, noto anche con la sigla LPS e più comunemente denominato «parafulmine». Un LPS è costituito da tre elementi: un impianto reticolare che cattura i fulmini, collegato a delle diramazioni che scaricano l’energia dal tetto al suolo. Qui, la dispersione a terra garantisce che l’energia confluisca nel terreno senza causare danni. In un sistema di messa a terra, un filo metallico circolare viene posto circa 70 centimetri sottoterra ad almeno un metro di distanza dall’edificio. La messa a terra può anche essere costituita da una piattina già incorporata nelle fondamenta dell’edificio; in tal caso si parla di dispersore di fondazione.

… e limitare la tensione all’interno

Catturando e scaricando i fulmini si evitano generalmente danni maggiori agli edifici. Molti proprietari però non sanno che l’edificio necessita di una protezione anche per prevenire i danni da folgore indiretti. Altrimenti basta un fulmine per oscurare il televisore appena comprato o affinché le amate foto delle vacanze vadano irrimediabilmente perdute. Con un sistema antifulmine interno, le tensioni elevate vengono circoscritte a un determinato livello mediante dispositivi di protezione da sovratensione. In caso di fulmini con una tensione di 20 kilovolt, solo da uno a tre kilovolt vengono effettivamente diffusi.

La consulenza conta

Un impianto antifulmine non dovrebbe mai mancare in una nuova costruzione. I costi per realizzarlo si attestano, secondo l’associazione dei proprietari fondiari (APF-HEV), a circa lo 0,5% dell’intero importo per la costruzione, un investimento sicuramente conveniente per la sicurezza dei residenti. Tuttavia, un dispositivo parafulmine si può installare anche nei vecchi edifici. In tutti i casi è importante affidarsi sempre alla consulenza di un professionista per trovare la soluzione ideale per sé stessi e la propria casa. L’elettricista conosce tutte le misure di protezione possibili e garantisce un’installazione a regola d’arte. E così potrete affrontare le prossime intemperie in totale relax e godervi senza timori lo spettacolo offerto dal cielo.

 

Fonti:
assicurazione immobiliare berna
associazione dei proprietari fondiari

Chiudi l’articolo
13. gennaio 2020
Potrebbe interessarti anche questo articolo