Alcuni buoni consigli per l’home office

Dall’inizio della crisi del coronavirus, molti lavoratori dipendenti e indipendenti lavorano – più o meno volontariamente – da casa. Ciò comporta alcune nuove sfide. Vi mostreremo come creare un’atmosfera di lavoro comoda e produttiva tra le vostre quattro mura.

Attualmente l’home office è più di una semplice tendenza: in molti luoghi è una reale necessità. Sempre più aziende permettono ai loro collaboratori di lavorare da casa. Le riunioni sono effettuate tramite videoconferenza e comunque Internet semplifica il lavoro mobile in molti settori professionali. Di primo acchito suona bene, ma l’home office cela anche alcune insidie. Affinché alla lunga possiate lavorare in modo efficiente e confortevole, dovreste seguire i seguenti consigli.

Sotto la luce giusta

L’allestimento del posto di lavoro ideale inizia già dalla scelta della stanza. Assicuratevi che all’interno ci sia abbastanza luce solare: essa, infatti, favorisce sia la concentrazione che la produttività. È meglio collocare la scrivania a lato di una finestra. Siccome l’illuminazione naturale varia a seconda del tempo, del periodo dell’anno e dell’ora del giorno, essa va supportata con l’illuminazione artificiale. Quest’ultima dovrebbe illuminare la stanza nel modo più uniforme possibile: contrasti troppo marcati stressano gli occhi e a lungo andare affaticano. La cosa migliore è completare questa illuminazione di base con una lampada da tavolo regolabile, che raggiunga una luminosità di almeno 1000 lumen – ciò rende notevolmente più facile concentrarsi sul lavoro.

Tutto ad altezza degli occhi

Tanto più il posto di lavoro è adattato alle vostre esigenze, tanto minore sarà il rischio di soffrire di disturbi fisici. Quando si allestisce un ufficio domestico, bisognerebbe prestare particolare attenzione all’ergonomia: almeno una sedia regolabile in altezza non dovrebbe mai mancare. Si può dire che è posizionata correttamente quando i piedi sono ben saldi sul pavimento e si può azionare la tastiera con le spalle che penzolano rilassate. Utilizzate inoltre dei poggiapolsi per il mouse e la tastiera. Lavorate con un laptop? Allora vale la pena collegare una tastiera USB supplementare e connettere il laptop a uno schermo. In questo modo lavorate comodamente all’altezza degli occhi e create un’atmosfera lavorativa in cui potete concentrarvi stabilmente e svolgere i vostri compiti in tutto confort.

Basta con il groviglio di cavi

Chi vuole allestire un posto di lavoro a casa propria, spesso si rende conto che ci vogliono dei cavi nei posti in cui finora non ce n’erano. A questo punto si è tentati di rimediare al problema con una prolunga. Attenzione però: essa potrebbe servire allo scopo per un po’ di tempo, ma in seguito potrebbe rivelarsi controproducente – basta poco, infatti, perché succeda un inconveniente. Per minimizzare il rischio di farsi male, si raccomanda di fare installare dall’elettricista i cavi e le prese di determinati allacciamenti. E già che ci siete, verificate anche la possibilità di installare un cablaggio in rete. Rispetto al Wi-Fi c’è un chiaro vantaggio di velocità e anche la connessione è più stabile.

Come fare ordine

Il materiale per ufficio fa presto ad accumularsi sulla scrivania: un adeguato separatore per cassetti fornisce un posto stabile a foglietti per appunti e graffette. Non dovrebbe mancare nemmeno uno schedario, in modo da avere i documenti organizzati sistematicamente e sempre a portata di mano.
Troppi cavi danno fastidio anche sulla scrivania. Si possono evitare tramite dispositivi periferici senza fili, come il mouse, la tastiera e le cuffie; così inoltre siete anche più mobili, per esempio se volete farvi una tazza di caffè durante una telefonata. Spesso i laptop e i PC non hanno porte USB in numero sufficiente: il problema è presto risolto con un adattatore USB facilmente reperibile. Ancora più eleganti sono le prese USB con le quali potete caricare il telefonino e altri apparecchi come il tablet o la macchina fotografica. Vengono fornite con gli stessi supporti di copertura delle prese e degli interruttori convenzionali e il vostro elettricista sarà lieto di aiutarvi nell’installazione.

Una cosa è certa: indipendentemente dalla crisi del coronavirus, è probabile che in futuro l’home office diventi sempre di più una pratica comune. Tanto meglio allora essere preparati: con l’allestimento corretto si tratta di una vera alternativa al classico posto di lavoro.

Chiudi l’articolo
11. gennaio 2021
Potrebbe interessarti anche questo articolo